L’ESC in Tunisia di Marta

Il progetto “Volunteers. Opportunities. Community. Interculturalism in Tunisia” è co-finanziato dal Programma Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea 🇪🇺 e prevede la partecipazione di 30 volontari italiani a Sousse in attività rivolte alla comunità locale per favorire aggregazione, partecipazione e interculturalismo

Asslemaaa🎉 

Sono Marta e ho 21 anni.  Ho studiato agraria nella mia città in Toscana e faccio la volontaria in ambulanza alla Misericordia; credo che aiutare gli altri sia il “lavoro” più grande e bello.

Da qualche anno faccio l’animatrice stagionale con bambini nei villaggi turistici.  Sono innamorata della Tunisia da quando ero piccola, ho passato molto tempo qui ma ogni volta mi rendo conto della bellezza di questo paese.  

Sono affascinata dalla cultura araba e questo progetto mi ha fatto sentire ancora più come a casa in Tunisia e ho potuto capire l’importanza di tante cose che spesso diamo per scontato in Italia.  

Volevo partecipare a questo progetto ESC per scoprire più profondamente le ricchezze della Tunisia e per trasmettere agli altri l’amore che ho per questa terra.  Tutto ti porta, attraverso una musica folcloristica, in questo bellissimo mondo. Mi piace tutto dal cibo con il suo carattere speziato come ad esempio il couscous, il brik, la shakshouka da condividere con i vari tipi di pane e impasti, la piccantissima HARISSA e per finire gli zuccheratissimi dolcetti…

Per non parlare poi del mare blu e calmo, come vellutato, le porte colorate che ti accompagnano in ogni strada della Medina con le sue bellissime moschee, il magico deserto con dromedari e con le sue diversità, le vastità di rocce, di dune e di sale contornate da verdi oasi di palme da dattero. I particolari Suok affollati, dove si possono vedere gli uomini nei cafe con la Cechia rossa in testa bere il tipico tè alla menta mentre fumano la Chicha, perdendosi poi nei corridoi di meravigliosi e colorati abiti per le donne. Tutto prende una forma diversa e il tempo è come se scorresse diversamente.

La gentilezza e l’ospitalità sono il punto chiave per i tunisini e trovano sempre un modo per farti sentire subito a casa.

Essere una volontaria a Sousse è stato questo per me, una valanga di vere emozioni che mi hanno travolta, abbracciata e accompagnata alla scoperta di una seconda famiglia in questa Tunisia sempre più affascinante.

Sono davvero felice di aver potuto partecipare a questo progetto, ho incontrato persone fantastiche e scoperto più a fondo l’anima di questo magico paese. 

Insha’Allah ci vediamo presto❣️

Marta Braccini

Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *