Aarhus: c’è del bello in Danimarca

Francesca Pisano, la nostra volontaria SVE ad Aarhus, vuole condividere un resoconto del suo progetto all’insegna del volontariato e della cultura

Mettete da parte la famosa citazione dall’Amleto e dimenticate l’ovvia associazione Danimarca-
Copenaghen: questo Paese ha da offrire molto di piú.

Me ne sono resa conto in fretta, quasi istantaneamente, una volta arrivata ad Aarhus. Seconda cittá
danese per grandezza, Capitale Europea della Cultura 2017 e sede di una delle migliori universitá del mondo, la “piccola Copenaghen” (guai a dirlo agli orgogliosi Aarhusiani!) accoglie i nuovi arrivati con
un entusiasmo ben lontano dallo stereotipo scandinavo.

Vengo accolta calorosamente anche – e soprattutto – dai nuovi colleghi del luogo in cui trascorrerò i
prossimi 10 mesi del mio SVE: la segreteria della Capitale Europea del Volontariato 2018. Sí, perché ad Aarhus un solo titolo europeo non bastava, voleva di piú. E l’iniziativa proposta dal Centro Europeo del Volontariato (CEV) che premia le municipalità che meglio promuovono il volontariato a livello locale, sembra calzarle a pennello.

Aarhus ha vinto il titolo grazie alla sua grande attenzione alla politica di cittadinanza attiva e alla forte collaborazione tra il Comune, il settore culturale e quello di assistenza sociale, ambiti nei quali i volontari prendono parte alla creazione dell’agenda politica, segno di come le istituzioni e la società civile possano cooperare.

Le attività previste per il 2018 faranno riferimento a quattro principi fondamentali: l’eredità di una cultura del volontariato radicata; la capacità di far sentire tutti parte di Aarhus Capitale del
Volontariato 2018 nonostante la diversità di età, etnia, background, occupazione e status sociale;
l’investimento sul tema dell’inclusione sociale, coinvolgendo direttamente nelle progettazione i
cittadini socialmente svantaggiati; la volontà di aumentare e migliorare la cooperazione tra i cittadini
e il Comune.

La giornata di apertura è prevista il 21 gennaio 2018 e sará seguita da una conferenza internazionale
organizzata il 22 gennaio dal team di Aarhus Capitale della Cultura 2017 in collaborazione con Aarhus
Capitale del Volontariato 2018.

Nel corso del 2018 saranno molte le iniziative volte a condividere esperienze e a celebrare il volontariato che includeranno organizzazioni, volontari e semplici curiosi perchè… “you make an extraordinary difference”.

 

Francesca Pisano