News

Il Racconto di un volontariato a Gaziantep

Il racconto di un nostro volontario al progetto “GIVE – Gaziantep Integration by Volunteers from EU”, co-finanziato dal Programma Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea.

Il progetto prevede la partecipazione di 40 volontari in attività volte a promuovere l’inclusione sociale nella comunità locale tra gruppi diversi, tra cui siriani e turchi.

“Dopo 6 mesi di studio ininterrotto, finalmente si riparte. Una partenza strana, fatta di distanze e controlli. Mi stupisce la preparazione di Trenitalia e Aereoporti di Roma, così come l’incompetenza di Turkish Airlines (almeno a Roma): prima mi fa trasferire tutto dallo zaino alla valigia per poi imbarcare entrambe, poi il caos nell’entrata nell’aereo, infine solita calca nell’uscita. I posti non sono alternati e tutti si agitano per trovare un sedile più isolato. In più un gruppo di donnone georgiane inizia una lunga e difficile contrattazione quando ci viene chiesto di firmare una autodichiarazione sul covid. Che dire… può andare solo meglio!

Leggi tutto »Il Racconto di un volontariato a Gaziantep

Un’esperienza ESC lungo il confine a sud della Turchia: persone, storie e culture

Luigi Pappalardo ha partecipato al progetto di volontariato ““GIVE – Gaziantep Integration by Volunteers from EU”, co-finanziato dal Programma Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea.

Il progetto prevede la partecipazione di 10 volontari in attività volte a promuovere l’inclusione sociale nella comunità locale tra gruppi diversi, tra cui siriani e turchi.

L’esperienza con gli European Solidarity Corps (ESC) in Turchia è qualcosa che ti toglie il fiato e un ricordo che ti arricchisce per lungo tempo.

Mi chiamo Luigi e la scorsa estate ho partecipato ad un’esperienza di volontariato europeo con l’associazione giovanile Gaziantep Eğitim ve Gençlik Derneği, comunemente nota come GEGED a Gaziantep, nel sud della Turchia, grazie a Scambieuropei e al fondo Corpo Europeo di Solidarietà.

Il volontariato consisteva nel collaborare con dei centri di formazione turchi per l’educazione dei giovani della città. Gaziantep è una città particolare, che dall’inizio del conflitto siriano nel 2011 è cambiata tantissimo.

Leggi tutto »Un’esperienza ESC lungo il confine a sud della Turchia: persone, storie e culture

Essere volontari a Gaziantep

Francesca Pozzebon è una volontaria al progetto di volontariato “GIVE – Gaziantep Integration by Volunteers” a Gaziantep, in Turchia.
Il progetto è co-finanziato dal Programma Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea e prevede la partecipazione di 10 volontari in attività volte a promuovere l’inclusione sociale nella comunità locale tra gruppi diversi, tra cui siriani e turchi.

Lo spirito di GEGED

Essere volontari a GEGED non vuol dire solo prendere parte alle attività ma vivere una vita in comunità a 360°, conoscere nuove persone da contesti diversi, condividere la loro e la tua cultura e quotidianità, ridere, piangere, scherzare e soprattutto diventare amici.

Leggi tutto »Essere volontari a Gaziantep

Dagli occhi di un siriano: il volontariato di Giuseppe

Il nostro volontario Giuseppe Riccardi è stato a Gaziantep grazie al progetto “EU for Us“, co-finanziato dal programma Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea e supportato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Nei suoi mesi di volontariato, ha sviluppato diverse iniziative, laboratori per favorire l’inclusione dei giovani siriani nella comunità locale nonché creare attività per la gente del posto favorendo crescita, senso di iniziativa e interculturalità.

Leggi tutto »Dagli occhi di un siriano: il volontariato di Giuseppe

Il resoconto di Sebastiano

Dato che la mia esperienza di volontariato sta volgendo al termine, voglio spiegarmi cosa sono stati per me questi dieci mesi di volontariato in Spagna a Plasencia (Extremadura).

In primis la possibilità di apprendere una nuova lingua che in precedenza non avevo mai studiato, questo non solo grazie all’host organization che ci ha permesso di fare un corso , ma anche grazie alle relazioni che si sono create con i pazienti del centro e con le persone del luogo che ho conosciuto.

Secondo la possibilità di avere speso le mie competenze, le mie conoscenze e i miei studi in un altro paese. Il fatto di avere vissuto 10 mesi in una cittadina mi ha permesso di conoscere più a fondo usi e costumi di un paese, spesso quando si viaggia si preferisce visitare le grandi città che però hanno una dimensione più cosmopolita e non ti fanno conoscere appieno la cultura di un paese.

Leggi tutto »Il resoconto di Sebastiano