Positive Vibes: il racconto di Federica

Federica è la volontaria europea del progetto “Positive Vibes”, ospitato dall’associazione polacca Fundacja CAT.
Il progetto è stato co-finanziato dal Programma Erasmus+ della Commissione Europea.

La mia esperienza a Leszno (Polonia) e’ iniziata ormai tre settimane fa, sono quasi alla metà’ del mio percorso. Devo ammettere che all’inizio ero un po’ spaventata da quello che avrei potuto incontrare e soprattutto per la barriera linguistica, ma mi sono resa conto presto che tutte le paranoie che mi ero fatto si trovavano solamente nella mia testa.

Qui in Polonia ho trovato un gruppo davvero variegato di nazionalità (siamo in totale di quindici persone, due ragazzi ucraini, quattro ragazzi francesi, un ragazzo ungherese, due ragazzi turchi, un ragazzo spagnolo, un ragazzo russo, un ragazzo georgiano, due ragazzi dell’Azerbaigian e in fino io). Non avrei mai pensato che potessi sentirmi così bene in un contesto simile.

Fundacja CAT, l’associazione che mi ospita, ci dà la possibilità di metterci in gioco in tutto e per tutto. Possiamo personalizzare con le nostre idee e le nostre conoscenze le attività e i workshop, insomma siamo parte attiva del progetto e non dei semplici burattini. Questo è uno degli aspetti che piu’ mi piace di questa fondazione. Si sono presi cura di noi fin dal primo momento, assegnandoci un mentore: una persona su cui possiamo fare affidamento per qualsiasi problema o per un consiglio. La mia mentore ad esempio si chiama Asia, ha 19 anni e nonostante la differenza di età ci siamo subito trovate.

Un paio di giorni dopo il nostro arrivo, abbiamo avuto la possibilità di presentarci e interagire con alcune scuole locali, in modo da mostrare le differenze tra i nostri Paesi d’origine ed entrare nel vivo dell’azione.

Nelle settimane successive abbiamo potuto creare dei workshop come ad esempio l’halloween cooking workshop e il Tawashii sponge workshop. Il target di affluenza dei partecipanti è sempre diverso, il che rende ogni attività unica e stimolante.

Con gli altri volontari abbiamo legato fin da subito, tant’è che trascorriamo tutti i weekends insieme visitando città’ diverse, della Polonia e non.

Quest’esperienza mi sta dando davvero l’opportunità’ di mettermi in gioco, mi mettermi alla prova e di vivere delle esperienze davvero uniche. Sto gia’ infatti valutando la possibilità’ di candidarmi per un progetto a lungo termine in futuro.

Federica Bergonzi